Giornale Web
SPAZIO FAMIGLIA

 


L'Amicizia valore fondamentale

"Agenzia" che agisce
o stretto legame di affetti umani?

"Agenzia"- Famiglia
di Maria Rita Tamponi

Si sente ormai consolidata per la Famiglia
la definizione di "agenzia".
Il termine, appropriato dal punto di vista tecnico, non mi piace per i motivi che dirò.
Parimenti viene definita la scuola, di cui potremo forse dire una prossima volta.
Sicuramente, famiglia e scuola "agiscono"
ed in questo senso il termine è tecnicamente esatto. Ma a me pare che svilisca l'azione complessa di queste due istituzioni, riducendole a dispensatrici di funzioni fredde, distanti da quel concetto di legame stretto che dovrebbe sorreggere entrambe.
E in particolare la Famiglia.
Sono questi tempi davvero strani sul piano degli affetti: ondeggiamo tra passione e indifferenza.Avvezzi a scenari raccapriccianti di guerre, catastrofi naturali, fame, oppressioni, corruzione, tragedie familiari, eventi tutti portati alla ribalta da media che cercano lo scoop piuttosto che l'informazione attenta e rispettosa. Subito dopo sostituiti da altri eventi scoop, presto abbandonati per la legge imperante dell' "usa e getta", a favore dell'audience televisiva e della testata
con il maggior numero di lettori.
Per questa stessa legge, possiamo
appassionarci e poi dimenticare...
Per questa stessa legge, non sappiamo più guardare in profondità, cercando di assumere consapevolezze e responsabilità.
Anche gli affetti cadono sotto questa falce
che abbatte e livella. Il consumismo ha regole ferree: tutto, subito e fugace, provvisorio, in attesa di altro più appetibile, consono ai desideri del momento, alla passione fascinosa e volubile del "facile-bello-piacevole".
Sotto questa stessa falce, molte famiglie stentano a mantenere gli equilibri importanti dei ruoli. Così è più facile diventare una "mamma-amica" nel senso deteriore
del permissivismo, perché è più comodo concedere, piuttosto che condurre, ragionare, pattuire, anche negare. Oppure un
"padre-compagnone",talvolta per una distorta complicità di varie fragilità, nella confusione delle quali si pare quasi coetanei.
Peggio ancora quando, saltati i legami,
i figli vengono sfruttati per lotte coniugali disastrose. Superfluo osservare
che la nostra società insegue la realizzazione personale piuttosto che quella di coppia:
orari di lavoro, stress, scarsi tempi condivisi
in casa e spazi esigui per il dialogo, spesso sacrificato alla divinità televisiva, non aiutano davvero la Famiglia alla sua coesione e missione. Eppure la Famiglia, specie quella Cristiana, è "chiamata e mandata".
A che cosa? All'amore e al sostegno reciproco della coppia e dei figli. Tutto qui?!
Sembra poco, ma di questi tempi è difficilissimo: per le aspirazioni dei singoli che spesso portano a conflitti; per le tensioni del lavoro che si riversano nel nucleo familiare; per le incomprensioni, determinate da urgenze diverse dei sessi e delle età;
per la mancanza di un'educazione all'ascolto, alla comprensione, anche al sacrificio talvolta di sé a favore dell'altro...
Valori fondamentali ed indispensabili
in qualsiasi relazione che si voglia conservare e far crescere. Anche in quella dell'amicizia. Anche nelle unioni che vengono alla ribalta dei nostri tempi e che chiedono di avere diritti di coppia riconosciuta e consolidata
dallo Stato. Non c'è esenzione, né privilegio
di sorta in alcun patto d'amore, che possa sfuggire all'abnegazione di parte di sé stessi per il raggiungimento di un'intesa profonda
e sicuramente assai appagante.
Va contro le leggi del "mercato degli affetti", non è certo un modello proposto dai media.
E' piuttosto la "marcia in più" dell'Amore alto. Ma bisognerà, con infinito amore, spiegarglielo ai nostri adolescenti e anche a qualche adulto, se vogliamo che la Famiglia salvi se stessa da una pericolosa deriva
che la fa essere "Agenzia", piuttosto che essere per sé e per tutti, il luogo privilegiato,
questo sì, degli affetti intensi.


>> REGALATI UN LIBRO E FATTI DEL BENE

ARCHIVIO GIORNALE

>> Pensiero positivo >> Quadretto di famiglia >> Aquila e Priscilla, coppia cristiana
>> Caro Sant'Antonio >> Il Figlio Terminale >> "Agenzia" - Famiglia


Noi & Voi Amici Sempre

PROGETTO NUOVO

EDITORIALE

CON MARIA

CON GESU'

GIOVANI OGGI

PAGINA APERTA

DIRETTA CON DIO

ITALY-CAPVERT

LA PSICOLOGA

LA POSTA

MEDICI SOLIDALI

SPAZIO FAMIGLIA

TESTIMONI

SOLOSALUTE

Abbonati!
Vuoi ricevere il nostro GIORNALE direttamente a casa tua? Telefonami al num. 011-214.934

Torna a inizio documento